Recensione di “La strada verso casa” di Keira Andrews

 

 

 

 

 

 

Tornare alle loro radici Amish li aiuterà a ritrovare la fiducia l’uno nell’altro?

Isaac e David non credevano che sarebbero mai tornati al mondo degli Amish. Ma quando il fratello minore di Isaac si ammala di cancro, i due non esitano a tornare a casa. Dopo che insicurezza e paura si sono insinuate tra loro, a San Francisco, la loro relazione è in crisi e David è deciso a sistemare le cose. Se pensavano che destreggiarsi nella vita “Inglese” fosse difficile, tornare a Zebulon sarà ancor più complicato.
Le loro famiglie vogliono disperatamente riportarli all’ovile e le pressioni della comunità aumentano. Isaac e David desiderano un futuro insieme ma, giorno dopo giorno, nascondere la verità sulla loro vera natura si fa sempre più difficile. Sono intrappolati fra due mondi e, se non fanno attenzione, questo rischierà di dividerli ancora di più.
Riusciranno Isaac e David a tornare l’uno dall’altro e a trovare un posto da chiamare casa?

 

Siamo arrivati al terzo volume di questa bellissima serie. Dopo aver conosciuto Isaac e David e averli lasciati innamorati e decisi ad andarsene da Zebulon e dalle regole della vita amish, dove non avrebbero avuto modo di essere liberi di amarsi, li abbiamo accompagnati, nel secondo volume a San Francisco dove entrambi hanno cercato di vivere “al modo degli inglesi”. Liberi e alla scoperta di nuove cose eppure un po’ sperduti, soprattutto David. Li abbiamo lasciati feriti e spaventati dalle incomprensioni, quasi schiacciati da quel mondo ancora così nuovo per loro. Li ritroviamo in questo terzo volume di nuovo a Zebulon, per via del cancro che ha colpito il giovane fratello di Isaac.

Ma tornare a casa vuol dire affrontare le loro famiglie che continuamente li spingono a ritrovare la retta via, proponendo un perdono di cui non hanno davvero bisogno ma che nel profondo sentono di volere. Nonostante la loro relazione attraversi un momento di difficoltà, si amano e non sono pentiti della loro decisione di andarsene ma dovranno interiorizzare meglio quella scelta che ha lasciato ferite aperte e paure da superare.

Devo dirvi la verità, mi aspettavo che questo terzo capitolo fosse bello, perché i primi due volumi mi erano piaciuti ma non ero preparata a farmi prendere e strappare il cuore per poi farmelo ricucire dalla bellezza dell’amore tra Isaac e David.

Con loro ho affrontato i timori che riempivano i loro cuori, ho capito che la loro scelta di andarsene sarebbe comunque stata dolorosa anche se necessaria e ho sentito il sapore amaro di quel dolore. Ma quel viaggio è anche certezza e determinazione. Si amano e hanno diritto alla felicità. È un romanzo intenso sotto ogni punto di vista, pregno di un’interiorità a tratti disarmante che mi ha fatto arrabbiare e commuovere. È un lieto fine che ha lividi e ferite ma anche un immenso orgoglio e un profondo amore che trova infine il proprio posto e lo fa con delicatezza e sincerità.

5 stelle meritatissime per una lettura che consiglio davvero caldamente.

 

SENSUALITA’

RECENSIONE DI

EDITING A CURA DI

Our Score

Sharing is caring!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito utilizza i cookie affinchè l'utente abbia una migliore esperienza nell'utilizzo. Se continui a navigare nel sito stai dando il tuo consenso all'accettazione dei cookie e della nostra policy sui cookie.     ACCETTA