Recensione di ‘’Il suo cliente’’ Di Ava March

 

 

 

 

 

 

L’amore non avrebbe dovuto far parte dell’accordo…

A ogni visita al bordello di Madame Delacroix, Nathaniel Travers richiede lo stesso uomo. Incredibilmente bello e molto esperto, Jasper non condivide solo l’amore di Nate per i giochi erotici e i corsetti di pelle nera, ma è divenuto anche un confidente fidato. E Jasper è l’unico al mondo a sapere che Nate desidera ardentemente una relazione stabile con il suo amico d’infanzia, Peter Edmonton.

L’amore non corrisposto fa male, ma è ancora più doloroso quando il suo oggetto è innamorato di qualcun altro. Jasper Reed lavora da Delacroix da dieci anni. Ha risparmiato abbastanza denaro da potersi ritirare, eppure rimane nel decadente bordello londinese. Andarsene significherebbe abbandonare Nate e abbandonare la speranza che, un giorno, il vigoroso gentiluomo smetta di desiderare il suo migliore amico e capisca di amare Jasper, tanto quanto Jasper ama lui.

L’imminente matrimonio di Edmonton incombe su di loro, costringendo Jasper a interrogare di nuovo il proprio cuore testardo. Però Jasper è un bastardo dedito alla prostituzione, mentre Nate il nipote di un visconte. Di sicuro non può esserci alcuna speranza per loro…

Quando si scrive un libro con pochi personaggi il rischio che si corre è di avere una trama povera e noiosa. In questo romanzo l’autrice ha voluto rischiare, ottenendo però risultati più che ottimi.

I sentimenti e le emozioni dei due protagonisti vengono descritti con grande intensità, talmente bene che il lettore non fatica affatto a sentirli suoi.

L’ambientazione d’epoca è solo accennata, solo alcuni riferimenti, tanto che spesso si può facilmente dimenticare di trovarsi in un’altra epoca.

Quindi viviamo le emozioni di due amanti, uno ricco e desideroso di dimenticare il proprio amore non corrisposto, l’altro povero che arde non solo di passione per l’amante ma anche di un sentimento più puro, un sentimento che nasconde a lui e a volte anche a se stesso solo per non soffrire.

Sinceramente non ho trovato particolari difetti in questo libro. Scorre veloce e intenso e può benissimo essere una piacevole lettura. Forse anche un modo per conoscere un’autrice e darle una possibilità anche in futuro.

SENSUALITA’

RECENSIONE DI

EDITING A CURA DI

Our Score

Sharing is caring!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito utilizza i cookie affinchè l'utente abbia una migliore esperienza nell'utilizzo. Se continui a navigare nel sito stai dando il tuo consenso all'accettazione dei cookie e della nostra policy sui cookie.     ACCETTA