Recensione di “IL PRINCIPE SEGRETO – FRAMMENTI DEL PASSATO VOL.1” di Gabriel Wolf

 

 

 

 

 

Sullo sfondo degli splendori della Vienna imperiale di metà ottocento un orribile complotto viene ordito contro vite innocenti per appagare un’inestinguibile sete di vendetta.

In un crescendo frenetico di passioni travolgenti, tradimenti ed antichi amori, la cui fiamma non si è mai davvero spenta, la vita di un giovane ufficiale di nobilissima stirpe che porta nel sangue un arcano retaggio di potere rischierà di essere travolta da una marea montante di inganni insospettabili, misteri antichi e lotte furiose che lo spingerà incontro al suo vero destino.

Questo romanzo inaugura la serie “Frammenti del Passato”: una collana in cui si sveleranno i retroscena storici dei personaggi più antichi delle “Cronache delle Guerre Celesti” iniziate con “Laymidiel” a cui si ricollegano direttamente.

 

Mi innamoro a prima vista della copertina e conoscendo gli altri scritti dell’autore acquisto sicura questo nuovo romanzo senza tuttavia sapere cosa aspettarmi. Ormai ho capito che una delle tante qualità di questo autore è che “nulla è mai come sembra” quindi sono quasi certa che non sia il classico romance storico, che per altro adoro, fatto di palpiti e sospiri e infatti…

Protagonista del romanzo non è un singolo uomo e neppure una coppia ma… l’amore. Forse non quello che ci si aspetta, o almeno non solo quello. L’autore va alla sostanza del sentimento, non accetta mezze misure e non si accontenta di nulla di meno del dono totale e definitivo. Per Gabriel Wolf l’amore è un dono totale, un sentimento limpido e forte, una reciprocità di sentimenti puri e altissimi che richiede impegno, sacrificio e totale dedizione.

La narrazione in sé è viva, intensa e ricca sotto ogni punto di vista. Le basi storiche su cui si poggia sono perfette fin nei minimi dettagli, sembra di vedere coi propri occhi le tappezzerie, le porcellane, gli indumenti o le sciabole, o di sentire con le proprie papille gustative l’aroma di antichi liquori o ancora il profumo di cera d’api sui mobili antichi e lo scoppiettio del legno nel caminetto. I vari personaggi sono reali, tangibili, densi di sfaccettature, orribili nel corpo e nello spirito quanto splendidi e brillanti, ognuno ha un suo ruolo ben definito ma spesso celato al lettore che lo scopre pian piano nell’avvicendarsi dei sotterfugi, degli intrighi e dei colpi di scena.

Per chi ha già avuto il piacere di leggere altro di questo autore è intrigante vedere come riga dopo riga riesca a miscelare i vari generi letterari in maniera sublime passando dallo storico all’horror, all’erotico, al fantasy con nonchalance ma soprattutto è emozionante riconoscere un personaggio misterioso ma tanto amato di “Laymidiel” il romanzo per eccellenza, la pietra angolare su cui si poggiano le “cronache delle guerre celesti”. Poter iniziare a capire qualcosa di lui e della storia in generale è un’emozione unica solo che ora si instaura la curiosità di sapere cosa succederà nei prossimi volumi, chi sarà la donna in grado di conquistare il suo cuore per la prima volta. Consigliatissimo!!!

SENSUALITA’

RECENSIONE DI

EDITING A CURA DI

Our Score

Sharing is caring!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito utilizza i cookie affinchè l'utente abbia una migliore esperienza nell'utilizzo. Se continui a navigare nel sito stai dando il tuo consenso all'accettazione dei cookie e della nostra policy sui cookie.     ACCETTA