Recensione di “Il fante di cuori spezzati” (Storie d’amore a Laguna – Vol.2) di Tara Lain

 

 

 

 

 

 

Jim Carney ha un lavoro a tempo pieno: fuggire da se stesso. Nato in una famiglia benestante, è scappato di casa a sedici anni dopo aver rovinato la vita del suo migliore amico per colpa di un fumetto yaoi. Da allora conduce una vita molto “virile”: lavora come operaio, si ubriaca e scansa ogni responsabilità. Ma quando il suo migliore amico, Billy Ballew, gli offre l’occasione di un avanzamento di carriera, Jim decide che per una volta nella vita vuole rendere qualcuno orgoglioso di lui. Purtroppo il nuovo lavoro comporta una visita medica preventiva, ed ecco che il suo sogno yaoi prende vita nelle sembianze del cardiologo Ken Tanaka. Jim scopre di avere ben due problemi di cuore: una valvola mitrale difettosa e una seria attrazione verso il suo dottore. Ma Ken Tanaka non è tipo da relazione stabile, e Jim potrebbe essere solo una delle sue tante conquiste. Ken trova Jim indimenticabile, ma quell’uomo è anche l’incubo della sua tradizionalissima famiglia giapponese. E com’è possibile che non appena Jim decide di diventare una persona responsabile si ritrova in mezzo a mille guai? Il suo fratellino ha bisogno di lui, una ricca donna d’affari gli fa una proposta che non può rifiutare, dovrà scendere a patti con il diavolo, e per di più si ritrova ricoverato all’ospedale… ma tutto ciò che Jim desidera è il Fante di cuori spezzati.

Jim è assolutamente convinto di essere eterosessuale. Non importa se fa sempre più fatica ad avere rapporti con una donna e non importa che la sua prima esperienza sessuale è stata a sedici anni con il suo migliore amico di allora, Hiro.

Dopo avergli rovinato la vita per via di un fumetto yahoi, Jim va via di casa a sedici anni. Da allora la sua vita è stata un continuo arrancare e arrangiarsi fatto di fughe da se stesso e di alcool.

Ma quando il suo migliore amico Billy gli offre un lavoro come supervisore, Jim decide che è arrivato il momento di sistemare la sua vita. In quel momento si ritrova a dover fare una visita medica per l’assicurazione che porterà alla scoperta di un difetto cardiaco, al trovarsi incredibilmente e irrimediabilmente attratto dal suo cardiologo, Ken Tanaka e a dover dare ospitalità a suo fratello minore che è stato sbattuto fuori di casa perché gay.

Anche Ken sembra attratto da lui con la stessa intensità ma tra loro nulla potrà essere semplice, almeno in apparenza. Jim è etero e Ken proviene da una famiglia giapponese tradizionalista dove sua madre cerca in tutti i modi di farlo accasare.

Una storia, a mio avviso, assolutamente da leggere. Ho amato Jim, nel suo essere sempre indeciso, confuso da quello che prova per Ken. Cerca di fuggire con tutte le sue forze eppure viene continuamente attirato indietro dal bellissimo cardiologo che sembra proprio non riuscire a stargli lontano. Splendida l’introspezione descritta per entrambi, i dialoghi interiori, ricchi di una ironia istrionica che ti coinvolge facendoti sorridere e facendoti affezionare a loro pagina dopo pagina fino a quando entrambi comprendono che è inutile fuggire. Il loro amore merita di essere vissuto e se per averlo dovranno combattere allora così sia, sono pronti a farlo se ce ne sarà bisogno.

Questo libro ha una dolcezza particolare a mio avviso. Non è smielata, al contrario è delicata e a tratti velata. Nascosta nell’insicurezza di due uomini che dovranno venire a patti con le loro paure per far sì che i loro cuori possano finalmente amarsi alla luce del sole.

SENSUALITA’

RECENSIONE DI

EDITING A CURA DI

Our Score

Sharing is caring!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito utilizza i cookie affinchè l'utente abbia una migliore esperienza nell'utilizzo. Se continui a navigare nel sito stai dando il tuo consenso all'accettazione dei cookie e della nostra policy sui cookie.     ACCETTA