Recensione di “I PROMESSI ELFI” di Daniele Bello

 

 

 

 

 

 

I promessi elfi è una simpatica parodia de I promessi sposi di Manzoni. Adatta anche ai bambini, introduce al mondo della grande letteratura.

L’antica penisola di Ausonia è caduta sotto il comando delle forze del male. I signori della guerra hanno reso schiavi umani, orchi, lupi e persino draghi.

In questo contesto disperato, due elfi cercano di coronare il loro sogno d’amore, ma il matrimonio viene osteggiato da Roderick, un arrogante signorotto. Pur di riuscire a sposare la sua Lusien, il fiero Rethyus è disposto anche a violare il sacro Giuramento degli elfi…

Ho 12 anni e amo molto leggere soprattutto libri di avventura, fantasy e storie romantiche ambientate fra i banchi di scuola.

Il titolo di questo libro mi aveva incuriosito molto e anche la copertina era molto bella e mi aspettavo un racconto divertente e fantasioso invece l’ho trovato poco coinvolgente. Ci sono troppi personaggi con nomi difficili da ricordare e nessuno di loro mi ha fatto appassionare.

La storia parla di due elfi promessi sposi che per via di ragioni legate alla loro specie, non si possono sposare, ma entrando in possesso di alcuni oggetti magici e molto antichi forse riusciranno ad avverare il loro desiderio di sposarsi. La trama sembra interessante però è sviluppata forse più per lettori adulti e meno per ragazzi, nel senso che da un lato è carina ma dall’altro è troppo noiosa e non parlo di come è scritto perché le frasi sono chiare e semplici, è proprio la storia troppo intricata e poco divertente che non sono riuscita ad apprezzare.

 

RECENSIONE A CURA DI:

EDITING A CURA DI:

Our Score

Sharing is caring!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito utilizza i cookie affinchè l'utente abbia una migliore esperienza nell'utilizzo. Se continui a navigare nel sito stai dando il tuo consenso all'accettazione dei cookie e della nostra policy sui cookie.     ACCETTA