Recensione di “Cuore di terra rossa – Vol. 4” di N.R Walker

 

 

 

 

 

 

Trasferirsi da un ranch in Texas a una stazione dell’Outback australiano è stata una decisione che ha cambiato la vita di Travis Craig. Anche se in effetti non è stata affatto una decisione. Qualcosa dentro di lui gli aveva detto di andarci, sebbene non avesse idea del perché. Almeno fino a quando non ha conosciuto il proprietario della Stazione, Charlie.
Amarlo non avrebbe dovuto essere semplice. Era un uomo cocciuto e pieno di insicurezze. Eppure, in qualche modo, innamorarsi di lui è stata la cosa più semplice del mondo. Così come vivere con lui, insegnargli come ricambiare il suo amore e, cosa ancora più importante, come volere bene a se stesso.
Travis aveva saputo fin dall’inizio che ne sarebbe valsa la pena. Sapeva che quell’uomo dal cuore di terra rossa era destinato a essere suo. Proprio come sapeva che il suo posto era lì, circondato da quella stessa terra rossa.
Nell’ultimo volume della serie, vediamo Charlie attraverso gli occhi di Travis. Vediamo quanto è maturato e quanto amore è in grado di donare. Torniamo in Texas con loro, e vediamo Charlie riuscire a ottenere tutte quelle cose che pensava davvero di non meritarsi.
Cuore di Terra Rossa 4 narra la storia di Travis.
E questa non è la storia di un solo cuore di terra rossa, ma due.

Chi ha amato questa serie e i suoi meravigliosi protagonisti non può di sicuro perdersi questo quarto volume.

Questa volta il pov è quello di Travis e a mio parere è davvero la degna conclusione di questa bellissima serie.

Finora abbiamo vissuto la storia guardandola con gli occhi di Charlie, l’abbiamo visto innamorarsi, affrontare le proprie insicurezze e paure e quell’amore per Travis che lo ha reso l’uomo stupendo che, con i suoi pregi e i suoi difetti, abbiamo imparato ad amare.

Con gli occhi di Charlie abbiamo conosciuto Travis. Questo ragazzo che lascia la sua vita in Texas, la sua famiglia a cui è molto legato per trasferirsi nell’ Outback australiano, dove fa caldo, dove le comodità di una città sono lontane e dove l’orizzonte ti restituisce solo la visione di una immensa distesa di terra rossa.

Questo ragazzo che Charlie ha cercato di non amare, a cui ha cercato di non aprire troppo il suo cuore per paura di essere poi abbandonato che invece ha buttato giù con pazienza tutti i suoi muri.

E adesso, concludiamo il loro percorso con gli occhi di Travis.

Per lui trasferirsi non è mai stato davvero un sacrificio. Quando Travis è arrivato alla Sutton Station sapeva che lì sarebbe stata la sua vita da quel momento in avanti, con quell’uomo burbero che nascondeva un mondo intero dentro di sé. Un uomo con il cuore che batteva forte ma che era perso e spaventato da un passato che faticava a superare.

È bellissimo questo quarto libro dove è Travis a raccontare di quando Charlie affronta per la prima volta l’incontro con la sua famiglia in Texas, di un matrimonio un po’ improvvisato e di quel sogno di avere un figlio. Mi sono divertita e mi sono commossa e li ho amati profondamente ancora di più.

Assolutamente da leggere e magari… rileggere ancora…

SENSUALITA’

RECENSIONE DI

EDITING A CURA DI

Sharing is caring!

Our Score

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito utilizza i cookie affinchè l'utente abbia una migliore esperienza nell'utilizzo. Se continui a navigare nel sito stai dando il tuo consenso all'accettazione dei cookie e della nostra policy sui cookie.     ACCETTA