Recensione di “BASTARDO FINO IN FONDO” di Penelope Ward e Vi Keeland

 

 

 

Un australiano sexy e arrogante di nome Chance. Era davvero l’ultima persona in cui mi aspettavo di imbattermi nel mio viaggio attraverso il Paese. Quando la mia macchina si è rotta, abbiamo fatto un accordo: niente programmi, saremmo andati avanti per miglia e miglia passando notti sfrenate in motel sconosciuti senza limiti e senza una meta precisa. E così quello che doveva essere un normale viaggio si è trasformato nell’avventura della vita. Ed è stato tutto davvero incredibile finché le cose non sono diventate serie. Lo desideravo, ma Chance non si esponeva. Pensavo che mi volesse anche lui, invece qualcosa sembrava trattenerlo. Non avevo intenzione di perdere la testa per quel bastardo arrogante, soprattutto da quando avevo saputo che le nostre strade stavano per dividersi. D’altra parte si dice che tutte le cose belle prima o poi finiscono, o no? Forse è così, o forse ero io che non volevo vedere la fine della nostra storia…

 

Aubrey e Chance, due anime agli antipodi. Lei è una ragazza dolce e carina, appena uscita da una brutta relazione sentimentale che ha deciso di cambiare lavoro, città, vita e ricominciare tutto da zero. Lui è un arrogante bastardo, bello e famoso, ex giocatore, modello, pieno di donne, in viaggio senza uno scopo preciso, o meglio lo scopo c’è eccome, ma viene svelato solo molto più avanti.

Due sconosciuti e un incontro causale, un guasto alla macchina, un lungo viaggio insieme attraverso gli Stati Uniti.

Cosa possono fare ore ed ore di tempo uno accanto all’altra a raccontarsi le proprie vite e i propri sogni? Può scoccare la scintilla? Ma soprattutto può nascere un amore vero, puro, forte in poche ore o in pochi giorni?

Aubrey è distrutta per la fine del rapporto con il fidanzato ma è altrettanto sconvolta dalla facilità con cui uno sconosciuto, e per di più “bastardo”, le entra dentro, sottopelle, come non era mai successo prima. Si sente in sintonia con questo ragazzo che la stuzzica, la fa arrabbiare ma anche ridere, che la sprona a lasciarsi il passato alle spalle e che le fa credere di più in se stessa. È ovviamente affascinata dalla sua bellezza e dal carattere sfrontato di Chance e, al tempo stesso, ne ha paura, perché sa che il loro tempo insieme è limitato e che non deve farsi illusioni su un possibile futuro insieme.

Dall’altro lato c’è Chance, che dietro la maschera del simpaticone nasconde un grosso segreto, che ovviamente non posso svelare, ma anche un animo nobile, sensibile, smanioso di amare ed essere amato. Anche lui ha paura della grandezza del sentimento che nasce in poche ore, ma non riesce a combatterlo né a staccarsene nonostante sappia che non potrà mai dare a Aubrey ciò che merita e che desidera.

Un grande amore che sboccia in una passione irrefrenabile e che sembra destinato a raggiungere grandi, grandissime vette e che invece, sul più bello, subisce un forte trauma.

Non posso spingermi oltre nella trama della storia, che parte allegra e ricca di battute sarcastiche, di battibecchi frizzanti tra i due e anche di scenette al limite del ridicolo che rendono la lettura davvero molto piacevole, fino al punto di cambiare nettamente registro e far vivere sulla pelle il dolore e la lontananza forzata dei due protagonisti, il tentativo da parte di entrambi di ricostruirsi un futuro e di darsi una nuova e più forte opportunità di vita, di carriera e anche di nuovi amori.

Un libro da un lato molto divertente e dall’altro doloroso, drammatico e introspettivo, scritto molto bene, scorrevole, con dialoghi brillanti ed ironici, un protagonista maschile come piace a noi donne, ossia bello e dannato, e una storia accattivante. Da leggere.

 

SENSUALITA’

RECENSIONE A CURA DI

EDITING A CURA DI

Our Score

Sharing is caring!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito utilizza i cookie affinchè l'utente abbia una migliore esperienza nell'utilizzo. Se continui a navigare nel sito stai dando il tuo consenso all'accettazione dei cookie e della nostra policy sui cookie.     ACCETTA