Recensione “Devon Drake, Cornerback (First & Ten – Vol. 4)”di Jean Joachim

 

 

 

 

 

Devon Drake, cornerback famoso, ha tutto. Una super modella per ragazza e una carriera come giocatore professionista, ma quando un’amica d’infanzia torna nella sua vita, la sua esistenza viene messa sotto sopra. È davvero arrivato il momento di spiegare alla sua amica quello che è successo quindici anni prima?

Stormy Gregory sta fuggendo da un uomo violento. La sua migliore amica le offre un posto sicuro al rifugio per donne che hanno subito violenza. Felice di essere sfuggita a quella vita di violenza, Stormy dà una mano a organizzare un evento di beneficenza e l’ultima cosa che si aspetta è di imbattersi in Devon Drake, l’amico di suo fratello. Scapperà di nuovo piuttosto che dover sopportare un rifiuto?

Le crepe alla sua vita perfetta minacciano la sua carriera appena decollata di cornerback, mentre una sorpresa inaspettata interrompe il cammino di Stormy di crearsi una nuova vita. Riusciranno a stare insieme o il segreto che ha tenuto separati gli ex amici li trascinerà in una spirale in discesa?

 

Devon gioca nella squadra di football della città di Monroe. Ha una relazione a distanza con la super-fotomodella Jackie e vive con la sorella Samantha. Improvvisamente nella sua quotidianità piomba la rossa Stormy, in fuga da un uomo violento e che di professione fa la nutrizionista. Per puro caso lui ne ha bisogno perché il coach gli ha detto che se non perde peso è fuori dalla squadra.

Soap novel, quarto capitolo di una seria di romanzi incentrati sulle vicende sentimentali della squadra di football, gioie e dolori della vita privata che s’intersecano con quella sportiva. L’autore ha una conoscenza tecnica dello sport impressionante al punto che inserisce anche la cronaca di due partite. Un po’ pesante per un lettore che, come me, non è appassionato di football e  che per cui i termini tecnici risultano incomprensibili. Entusiasmo altalenante in quanto, oltre alla storia di Devon e Stormy, corrono parallele quelle degli altri protagonisti. Alla fine saltavo le pagine con la cronaca sportiva.

..”  Come al solito, Devon si svegliò alle sei e mezza. Fuori era ancora abbastanza buio, poiché il sole sarebbe sorto verso le sette, ma scie di luce attraversavano già il cielo. Il cornerback si girò su un fianco, puntellandosi su un gomito per poter osservare Stormy che dormiva. La sua pelle rosea sembrava brillare di un bagliore dorato e i suoi polpastrelli ricordavano ancora la morbidezza delle sue spalle e dei suoi seni. Moriva dalla voglia di toccarla, ma non voleva svegliarla, così rimase semplicemente immobile a guardarla. C’erano molte cose che la rendevano ancora più bella di Jackie. La sua figura era più piena di quella della modella, ma questo gli piaceva, e i palmi gli si scaldarono, al ricordo della sua pelle sotto le dita. Devon si rimproverò per essersi messo a fare paragoni tra le due donne, ma non riusciva a trattenersi. C’era qualcosa in Stormy, qualcosa di  famigliare, qualcosa di dolce. Non aveva bisogno di tenere a freno la lingua o stare attento a quel  che faceva, quand’era con lei, perché si conoscevano a meraviglia, o così credeva. Avevano giocato insieme ai giochi da tavolo, all’acchiapparella, a rincorrersi e a calcio, fin da quando avevano cinque anni. Anche se era passato molto tempo dall’ultima volta che l’aveva vista, Devon aveva notato alcune delle stesse qualità per cui gli era piaciuta tanto quando aveva dieci anni. …” (cit.)

 

SENSUALITA’

RECENSIONE DI

EDITING A CURA DI

Our Score

Sharing is caring!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito utilizza i cookie affinchè l'utente abbia una migliore esperienza nell'utilizzo. Se continui a navigare nel sito stai dando il tuo consenso all'accettazione dei cookie e della nostra policy sui cookie.     ACCETTA