Recensione “Demon’s Night (I Signori degli Inferi Vol.1)” di Gena Showalter

 

 

 

 

 

 

I guerrieri avevano scatenato il male per vendicare il loro orgoglio ferito e ora erano costretti a ospitarlo dentro di sé. Così erano nati i Signori degli Inferi.

Un guerriero immortale costretto da una maledizione a morire e a risorgere ogni notte… Una giovane donna mortale tormentata dagli echi del passato…

Da sempre Ashlyn Darrow sente le voci delle persone che il destino ha condotto in quei luoghi. Un tormento che non le dà pace, finché non viene a sapere che nella cupa fortezza alle porte di Budapest vivono delle creature dai poteri soprannaturali in grado di salvarla. Quando incontra Maddox, un impetuoso guerriero prigioniero di un inferno tutto suo, per lei è come un sogno che si avvera. Le voci improvvisamente tacciono, e una passione irresistibile l’attrae verso quell’uomo cupo e affascinante. Ma ogni bacio, ogni carezza la conducono più vicino alla distruzione e a un’estrema prova d’amore.

Primo capitolo di una serie che ha appassionato tantissime lettrici. Siamo a Budapest e in una fortezza isolata vivono loro, i Signori degli Inferi. Guerrieri , un tempo protettori degli dei dell’Olimpo, che, dopo aver aperto il vaso custodito da Pandora, sono stati costretti ad ospitare ognuno i demoni che erano stati liberati dal mitico scrigno.

I Signori sono come fratelli e vivono tutti insieme nella fortezza. Cercano la pace, dopo anni in cui preda dei loro demoni hanno scatenato i più grandi mali. Adesso vogliono solo vivere tranquilli ma i Cacciatori stanno tornando. In passato i Signori avevano lottato contro di loro e avevano vinto ma ora la minaccia pende nuovamente sul loro destino.

In questo primo volume impariamo a conoscerne alcuni ma la storia è incentrata soprattutto su Maddox, che ospita dentro di sé Violenza. Maddox è anche vittima di una maledizione. Ogni notte è costretto a morire per poi rinascere al mattino. Mentre i Signori sono alla prese con i Cacciatori fa la sua comparsa Ashlyn. Abbandonata dai suoi genitori perché creduta pazza, Ashlyn ha la capacità di sentire nella sua mente tutte le conversazioni passate che sono avvenute nel luogo in cui si trova in quel momento. Portata fin da piccola in un istituto di parapsicologia, per anni è stata trattata da una cavia di laboratorio fino a quando è stata assunta dall’ente stesso proprio per queste sue capacità.

Ma quando Ashlyn scopre l’esistenza dei Signori degli inferi, si convince che forse loro possono aiutarla a fermare le voci o quantomeno a controllarle. Così decide di andare alla fortezza. Ed è proprio mentre percorre l’impervio tragitto per giungere all’abitazione che si imbatte in Maddox. L’attrazione tra i due è istantanea e, soprattutto, le voci in sua presenza si scompaiono.

Devo dire che questo primo capitolo è decisamente entusiasmante e ti prende al punto di voler subito leggere il seguito e scoprire tutto dei Signori e delle loro future compagne. Mentre Maddox è alle prese con la sua attrazione per Ashlyn, il dubbio è che lei sia un’esca e quindi collabori proprio con i Cacciatori. Intanto Ashlyn scopre che l’istituito per cui lavorava, e che credeva agisse per il bene, forse le ha sempre mentito e l’ha usata per i propri scopi. Ashlyn dovrà scegliere a chi dare la sua fedeltà e il suo aiuto mentre comprende che ciò che la lega a Maddox è qualcosa che non ha mai provato ma che ha sempre desiderato.

Una serie piena di azione, amore e passioni intensi che è davvero un piacere leggere.

 

SENSUALITA’

RECENSIONE DI

EDITING A CURA DI

Sharing is caring!

Our Score

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito utilizza i cookie affinchè l'utente abbia una migliore esperienza nell'utilizzo. Se continui a navigare nel sito stai dando il tuo consenso all'accettazione dei cookie e della nostra policy sui cookie.     ACCETTA