Recensione ” Come ombre nella notte” di Mary Durante

 

 

 

 

 

In un mondo dove il BDSM fa parte della vita di tutti i giorni e le identità di Dom, sub e switch sono un insieme di istinti, che caratterizzano ogni persona fin dalla nascita, Matt Steels è l’invidiato presidente di una delle società più ricche e potenti d’America. Uomo geniale e avvolto dal mistero, trascorre le sue giornate tra feste in cui passa da un sub all’altro, sempre nascosto dietro ai suoi caratteristici occhiali da sole, e lunghe ore chiuso nel suo appartamento in perfetta solitudine, schiacciato da un segreto che lo costringe a una vita vuota.

Lucifer è un assassino appartenente a una delle gang più pericolose di New York. Di lui si conoscono solo il suo alias e la pericolosa efficienza con cui riesce a far sparire i suoi bersagli; ciò che nessuno sa è che si tratta di un uomo in fuga, tormentato da un passato di sangue e violenza, desideroso solo di lasciarsi ogni cosa alle spalle.

Il suo futuro è una speranza sempre più tenue, che non è certo di poter concretizzare.

Il futuro di Matt, anche se meno incerto, sembra destinato a dipanarsi nella prevedibilità di una routine ormai collaudata e priva di grosse emozioni. O, almeno, è ciò che crede fino a quando l’incontro con quell’assassino dal sorriso beffardo e le movenze di una pantera, non gli stravolgerà la vita e non porterà alla luce il segreto che lui aveva cercato di dimenticare.

 

Allora… da dove parto? Diciamo che quando ho iniziato a leggere questo libro per i primi capitoli sono rimasta leggermente interdetta. Non capivo dove l’autrice voleva andare a parare e non avevo la più pallida idea di come sarebbe stata la fine.

Poi man mano che continuavo a leggere mi sono innamorata terribilmente di Lucifer e da lì in poi la lettura mi è volata via da sotto le mani.

Matt e Lucifer, due personaggi diametralmente opposti, che come due calamite, inesorabilmente sono destinati ad incontrarsi. Un genio e un assassino cosa mai possono avere in comune? Questa è la prima domanda che vi viene in mente, non tanto la stranezza di nascere Dom, Sub o Switch, quanto il legame quasi impossibile che si viene a creare tra i due.

Un passato dimenticato e un passato che si fa fatica a dimenticare. Genitori sbagliati e una gang di assassini pronta a tutto.

Una storia che una volta capito il nesso e i vari meccanismi ti tiene incollata alle pagine fino a che non vedi la parola fine.

Suspance, dolcezza, amore, segreti e tradimenti sono gli aggettivi che fanno di questo libro una bellezza da capire e apprezzare.

Mi piacerebbe leggere ancora di loro, mi piacerebbe saperli felici e innamorati. Ci sarà mai una novella?

Consiglio? Sì, decisamente sì, ma senza farsi prendere dai pregiudizi per questo mondo nuovo e particolare!!!

Sensualità: Recensione: Editing: 

Our Score

Sharing is caring!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito utilizza i cookie affinchè l'utente abbia una migliore esperienza nell'utilizzo. Se continui a navigare nel sito stai dando il tuo consenso all'accettazione dei cookie e della nostra policy sui cookie.     ACCETTA