Recensione “Bulli e pupe” di M. Urban & A. Roux

 

 

 

 

 

trama

Gli agenti speciali Ty Grady e Zane Garrett sono finalmente riusciti a trovare un equilibrio fra il loro rapporto lavorativo, basato sull’istinto di proteggersi a vicenda, e quello personale, dove invece è una lancinante passione a farla da padrona. Reintegrati al lavoro sul campo, vengono assegnati a una missione speciale: raccogliere informazioni su un traffico internazionale di contrabbando d’arte sostituendosi a due dei membri − una coppia gay sposata − per una crociera ai Caraibi. Come dice il loro capo, senz’altro preferiranno darsi qualche bacetto che farsi sparare addosso, no?

Calarsi nel ruolo dei due ricchissimi criminali richiede a entrambi un cambio di atteggiamento, nonché una buona dose di pazienza, visto che la missione è basata sull’attesa. Quando le parti che interpretano cominciano a influenzare anche il loro rapporto privato, Ty e Zane capiscono che essere partner non significa soltanto guardarsi le spalle… finché l’indagine non prende una svolta inaspettata e Ty non rischia la vita. I due si ritroveranno quindi a navigare in acque assai tempestose, fra segreti, bugie, e rivelazioni – alcune delle quali decisamente personali.

recensione

Tra i tre capitoli di questa serie devo dire che questo è quello che ho trovato più divertente. Non manca l’azione e neppure l’irriverenza di Ty e l’aplomb di Zane, ma i nostri due ragazzoni sono chiamati a vestire i panni di una coppia di innamorati in crociera.

Un cambio di look, un cambio di atteggiamento, un anello all’anulare, qualche atteggiamento tenero scambiato in pubblico e il mix per un mare di guai è assicurato. Perché non pensiate che questo sia un capitolo tutto rosa e fiori. Nemmeno per idea. I cattivi cercheranno comunque di uccidere Ty e Zane e loro saranno come sempre spettacolari nel cercare di non farsi ammazzare.

Ma andiamo con ordine. Un incarico sotto copertura porta Ty e Zane a vestire i panni di due ricettatori gay durante una crociera di due settimane ai Caraibi. Ty e Zane sono abituati ad incarichi pieni di adrenalina e azione e invece qui si ritrovano a dover aspettare e a doversi godere l’incarico “vacanza” facendo la coppietta innamorata e felice. Ed è proprio grazie a questo che in qualche modo Ty e Zane raggiungono una nuova consapevolezza del loro rapporto.

Iniziano a comprendere che ciò che provano reciprocamente non si può ignorare. Anzi, il bisogno che hanno l’uno dell’altro è sempre maggiore e il fatto di non doversi nascondere, grazie alla missione, li porta a toccare con mano quel bisogno. Non c’è più solo il desiderio sessuale perché è anche il cuore che inizia ad essere seriamente coinvolto.

Oltre ad essere a mio avviso il libro più divertente della serie, fino ad ora, è anche quello più romantico e questo fa sì che davvero non si possa proprio evitare di amare Ty e Zane.

Sensualità: cuori4

Recensione: Firmabriciola

Editing: mandy

Our Score

Sharing is caring!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito utilizza i cookie affinchè l'utente abbia una migliore esperienza nell'utilizzo. Se continui a navigare nel sito stai dando il tuo consenso all'accettazione dei cookie e della nostra policy sui cookie.     ACCETTA