Recensione “Amore reale” – Royal Series 1 di Emma Chase

 

 

 

 

Nicholas Arthur Frederick Edward Pembrook, principe di Wessco, detto “Sua Bollente Altezza”, è un uomo affascinante e sfacciatamente arrogante. Come biasimarlo: è difficile essere modesti quando tutti si sperticano in continue genuflessioni al tuo passaggio. Ma, in una gelida notte a Manhattan, il principe incontra una ragazza bellissima dai capelli scuri che non si inchina davanti a lui. Anzi, gli lancia addirittura una torta in faccia… Uscire con un principe non è proprio tra le cose che la giovane cameriera Olivia Hammond si aspettava potessero accaderle. Le smorfie di disprezzo sul volto della regina madre, l’accanimento dei paparazzi e il diffondersi a macchia d’olio di gossip di ogni tipo sgomenterebbero chiunque. Ma agli occhi di Olivia, Nicholas, tolta la corona, è un uomo affascinante, uno per cui vale la pena lottare. Nicholas dovrà decidere se piegarsi alle convenzioni e diventare il re che la sua famiglia si aspetta che sia, o restare l’uomo che sente di essere e amare Olivia per sempre…

 

Premetto che il libro mi è piaciuto molto, è come sempre ben scritto con il classico stile della Chase ironico e spesso irriverente, sempre dinamico, fresco, accattivante per il lettore che lo divora dall’inizio alla fine quasi sempre col sorriso sulle labbra, a parte qualche attimo di commozione.

Ovviamente ora ci si aspetterebbe un “ma” vista la premessa e così è, però solo in parte. Mi spiego: se amate la classica favola in cui lei, povera e sfortunata, incontra il principe azzurro (e sto parlando proprio letteralmente, con tutti gli annessi e connessi, gli intrighi di corte, le malelingue, la regina che si oppone, i sudditi arrabbiati, le ex invidiose, la security sempre in mezzo alla scatole e ovviamente il tanto agognato “e vissero per sempre felici e contenti”), allora questo è proprio il romanzo ideale per voi.

Io rientro in questa categoria? In parte sì, sono una romanticona per antonomasia, da un romanzo rosa pretendo la favola, voglio potermi innamorare del protagonista maschile e disidero il lieto fine, ma tutto questo non mi basta. Le favole andavano bene quando avevo 6 anni, ora voglio qualcosa di più, qualcosa che nei precedenti romanzi della Chase ho trovato e qui no. Ho bisogno comunque di un appiglio alla realtà, non dico che sia banale, questo no, ma un po’ troppo scontato sì, perché purtroppo le favole le conosciamo tutte molto bene, fin troppo, e io ho ancora bisogno di essere sorpresa da una storia, ho bisogno di venire catapultata nella disperazione e poi spedita nell’orbita della felicità più piena, ho bisogno di non sapere cosa succederà nella pagina successiva, di venire stupita, però questa è una classica favola, bella ma già vista.

Lui sicuramente buca lo schermo, in questo caso le pagine o il video del Kindle, Nicholas non è il solito principe altezzoso che riempie le pagine dei rotocalchi per le sue innumerevoli bravate, quello semmai è il fratello Henry, no, il principe è un uomo d’onore, tutto d’un pezzo e con la mente impegnata e sposata con il regno finché i suoi pensieri e soprattutto il suo cuore non vengono conquistati dalla semplicità di Olivia, una ragazza vera, pura, che vede lui e non il suo titolo, e questo non può che destabilizzarlo e fargli capire che al mondo c’è anche per lui la possibilità di vivere un affetto sincero e reale.

 

Sensualità: 

 

Recensione: 

Editing: 

Our Score

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito utilizza i cookie affinchè l'utente abbia una migliore esperienza nell'utilizzo. Se continui a navigare nel sito stai dando il tuo consenso all'accettazione dei cookie e della nostra policy sui cookie.     ACCETTA