Blogtour-Giveaway “Il Narratore di Sogni” di Livio Leoni

 

 

 

 

 

 

Tanti contenuti originali in anteprima e una copia cartacea del romanzo in palio!

Dati del romanzo:

Titolo: “Il narratore di sogni”

Autore: Livio Leoni

Editore: autopubblicato

Data di uscita: 22/02/2018

Genere: romanzo contemporaneo, avventura, romance

Pagine: 316

Formato: Cartaceo

Prezzo: 16.90€

Sito dell’autore: https://ilnarratoredisogni.weebly.com

Pagina Facebook autore: https://www.facebook.com/ilnarratoredisogni/
Disponibile su:
Amazon, Youcanprint IBS e altre librerie online, o tramite ordinazione in tutte le librerie Mondadori e Feltrinelli.

 

Italia. Chi è quell’ostinata ragazza e perché è così attratta da quel misterioso indiano e dalla sua bizzarra danza? Sono le domande che attraversano la mente di Lee, ormai innamorato di lei.

Giappone. Come posso aiutare Chieko e salvarla dalla pericolosa morsa di sogni che sembra stringersi sempre più stretta intorno a lei? Si chiede preoccupato Kato, il suo ragazzo.

Pronti a tutto per ricongiungersi alle persone amate, i due giovani dovranno partire per un viaggio durante il quale le loro storie si intrecceranno a quella di una pericolosa organizzazione senza scrupoli che è alla ricerca del misterioso indiano da cui sembrano dipendere le sorti di tutti: il narratore di sogni.

Un’originale storia d’amore che intreccia generi diversi, quali l’avventura, l’azione ed il thriller, a riferimenti alla cultura pop anni ’80 e ’90. Allo stesso modo i personaggi, che trovano la forza di combattere per ciò a cui più tengono nell’emozione che scalda i loro cuori, scopriranno come le loro vite siano indissolubilmente  collegate le une alle altre come le tessere di un incredibile puzzle.

 

Il calendario:

clicca qui per partecipare al Giveaway

Estratto da Il narratore di sogni: “Innamorarsi.”

Il narratore di sogni è un’avventura. È un romanzo d’azione. È drammatico. È un thriller. Tuttavia tutti questi elementi non reggerebbero se alla loro base non vi fossero delle solide fondamenta costituite dalla volontà dei protagonisti di stare insieme. Di innamorarsi. Di fare qualsiasi cosa per la persona che inesorabilmente ha deciso di abitare nei loro cuori.

Una delle due coppie protagoniste del libro vedrà questo sentimento nascere da zero ed avvicinarli sempre più fino a legarli nel profondo.

“Ogni minuto trascorso insieme a lei faceva andar via un po’ di imbarazzo. I lunghi silenzi vennero sostituiti da infinite chiacchiere. Sentirla parlare e seguire il percorso dei suoi pensieri che alternavano dolcezza e fierezza era una specie di montagna russa da cui non avrei mai voluto scendere.

A volte, mentre camminavamo, fingevo di dovermi allacciare una scarpa solo per guardarla. Ora, non voglio dire che ne avessi proprio la certezza matematica, ma ero sicuro che all’ondeggiare dei suoi fianchi si muovessero anche le palme che, dall’altra parte del mondo, orlavano le spiagge bianche che l’anno prima avevo visto in Messico.

Di fianco a lei tutto sembrava magico ed attutito o, forse, era la complicità che ci stava avvicinando a creare una sorta di muro invisibile che ci teneva al riparo da tutto quello che ci circondava. Persino i suoni che fino a qualche giorno prima riempivano le calde giornate estive, rimbalzando tra la spiaggia e la strada, sembravano solo un rumore lontano che scivolava attorno a quella bolla di sapone che, delicata come un equilibro, ci proteggeva da tutto e da tutti.

Le uniche cose in fermento erano nei nostri cuori che suonavano una musica in levare, come se anche solo un impercettibile battito in più avrebbe rischiato di rovinare quella perfetta melodia suonata a due mani.

Dal giorno precedente anche il suo profilo era più magico del solito. Il sole aveva fatto apparire dal nulla un velo di lentiggini appena accennate che punteggiavano il suo naso come polvere di stelle.

– Te l’ho detto che sei magica, – scherzai.

– Mi succede quando prendo il sole, sciocco.

– Beh, per me lo sei.

Le cose che ci capitarono in quei giorni ci scivolavano addosso come il vento che ogni tanto decideva di salire leggero dal mare per concederci un po’ di tregua dai raggi del sole. Quando accadeva, Cloe cominciava a muovere le braccia in aria lentamente, alternandole, una via di mezzo tra la danza di Rajesh e la mano con cui si accompagna l’aria fuori dal finestrino mentre si è alla guida. Ogni suo movimento era così sinuoso, il fatto che poi non le interessasse minimamente che qualcuno la potesse vedere la rendeva ancora più affascinante ai miei occhi.

– A volte mi piacerebbe saper volare ed arrivare fino a lassù, – diceva indicando un punto imprecisato nel cielo che, però, lei sembrava conoscere alla perfezione.”

Sharing is caring!

Our Score

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito utilizza i cookie affinchè l'utente abbia una migliore esperienza nell'utilizzo. Se continui a navigare nel sito stai dando il tuo consenso all'accettazione dei cookie e della nostra policy sui cookie.     ACCETTA